Pump & Dump: cosa sono?

Per chi non lo sapesse, fare pump e dump sui mercati ufficiali è illegali, mentre sulle crittovalute non esistono organi di controllo per cui queste pratiche sono all’ordine del giorno.

Questa attività di Pump e Dump coinvolge due gruppi di persone. Il primo è uno o più trader che fa aumentare artificialmente il valore di una moneta, promuovendone l’acquisto massivo – solitamente facendo uso di social o applicazioni come Whatsapp e Telegram. Queste stesse persone hanno acquistato a prezzi molto inferiori la stessa moneta nei minuti, ore e addirittura giorni precedenti al Pump.All’orario deciso dal gruppo, le altre persone iniziano a comprare in massa la moneta, facendo di fatto alzare il valore della moneta aumentando il volume di trading della stessa. Quando il gruppo decide che la moneta ha raggiunto il valore adeguato, vende tutte le monete che aveva comprato (e gli altri trader stanno ancora acquistando la moneta che il gruppo sta vendendo).

A questo punto, il gruppo ha già venduto le monete comprate a poco, ma il resto dei trader vede che la curva di acquisto sta rallentando, e quindi presi dal panico iniziano a vendere (spesso a svendere) le monete acquistate, a prezzi sempre inferiori, facendo così crollare il mercato.

 Da questa figura si può capire che è avvenuto un pump. Quando vedete una lunga candela verde, quello è il momento in cui tutti stanno comprando la moneta.

Seguito subito da una candela rossa che indica che tutti hanno venduto o svenduto la moneta, spesso a un prezzo inferiore a quello di acquisto.

Da questo si intuisce che chi ci guadagna di più è sicuramente il gruppo che organizza il pump.

Vediamo come questi vendono organizzati in Telegram, per esempio. Clicca qui.

E come invece è possibile guadagnare pur non essendo l’organizzatore. Clicca qui.

Lascia un commento