Doppia moneta, Berlusconi rilancia e spread s’impenna

Silvio Berlusconi è tornato a parlare di doppia moneta, quel mezzo ritorno alla lira senza lasciare l’euro, il coniglio tirato fuori dal cilindro per mettere d’accordo tutti nel centro-destra, da Antonio Tajani a Matteo Salvini. Non è la prima volta che l’ex premier lancia una simile proposta, ricordando un’analoga situazione dell’Italia in piena Seconda Guerra Mondiale, quando gli americani stamparono una moneta parallela (le Am lire), al fine di finanziare le loro truppe sbarcate in Sicilia. Risultato: l’inflazione schizzò fino a quasi il 500% a fine ’44.

Ma cosa sarebbe questa doppia moneta di cui parla Berlusconi e che, a suo avviso, sarebbe accettata anche dai leader europei, grazie alla credibilità di cui godrebbe, nel caso tornasse a Palazzo Chigi? Si tratterebbe di mantenere l’euro per gli scambi con l’estero e usare la lira per le transazioni domestiche. Secondo il Cavaliere, in questo modo si sosterrebbe la domanda interna, perché in un certo senso si ricreerebbe una situazione simile a quella degli anni Ottanta e fino alla metà degli anni Novanta, quando accanto alle monete nazionali vi era l’Ecu, l’unità monetaria europea, a cui le prime erano fissate con oscillazioni possibili limitate.

Per capire che si tratta di una stramberia, basti pensare che persino Claudio Borghi, economista anti-euro e responsabile economico della Lega Nord, l’ha respinta, sostenendo che non funzionerebbe. E in un tweet di pochi caratteri spiega bene il perché: i debiti resterebbero in euro e sarebbe vietata dai Trattati UE. Aggiungiamo noi, che continuare a commerciare in euro con il resto del mondo non rilancerebbe di un solo millesimo le nostre esportazioni, per cui non si capisce quale contributo effettivo apporterebbe alla nostra economia la circolazione di due monete, il cui l’unico effetto probabile sarebbe solo di accrescere la confusione negli scambi e, in particolare, di alimentare dubbi e speculazioni sulla nostra permanenza nell’Eurozona.

Fonte: https://www.investireoggi.it/economia/doppia-moneta-berlusconi-rilancia-spread-simpenna-coincidenze/?refresh_ce

Lascia un commento